Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

HOTELLERIE


FRANCO PEPE, IL RE DELLA PIZZA, AL CRISTALLO HOTEL SPA & GOLF

FRANCO PEPE, IL RE DELLA PIZZA, AL CRISTALLO HOTEL SPA & GOLF

La pizza, quella vera, è come gli haiku, le poesie tradizionali giapponesi che in tre versi riassumono un mondo: tutta l’arte di uno chef si manifesta usando elementi semplici acqua, farina, lievito, con l’aggiunta di ingredienti genuini e freschi, che prendono sostanza e colore nel forno brevettato dallo stesso Pepe e presentato al Louvre. Ecco perché l’unico 5 stelle di Cortina d’Ampezzo, il Cristallo Hotel, apre le sue porte a Franco Pepe, indiscusso re della pizza per un appuntamento unico con il suo menu degustazione il 27 e il 28 gennaio 2017: si partirà dalla leggendaria “Margherita Sbagliata” per arrivare alla “Pinsa Conciata”, una sua reinterpretazione di un’antica pizza del ‘500.

Le serate si terranno nella Veranda uno spazio che coniuga informalità e classe: per venire incontro alla curiosità degli ospiti sarà disponibile un vero e proprio show cooking per consentire di ammirare il maestro all’opera.

Franco Pepe è un artigiano moderno, che ha fatto di Caiazzo, nel casertano dove ha aperto il suo locale-laboratorio “Pepe in Grani”, un punto di riferimento internazionale per gli amanti della pizza, la specialità italiana più famosa del mondo. Pepe utilizza i migliori prodotti del territorio, arrivando anche a riscoprire antiche sementi custodite da generazioni di contadini: ecco perché è stato invitato a partecipare al tavolo per la costituzione della carta sul futuro dell’alimentazione durante l’Expo 2015.

Franco Pepe non smette mai di fare ricerca, di sperimentare farine e miscele per creare un impasto profumato, saporito e leggero, utilizzando gli antichi e sapienti gesti della tradizione. Non usa composti preconfezionati: lavora l’impasto – lievitato naturalmente a temperatura ambiente – a braccia, nella madia di legno, e sono solamente tatto e sensibilità eccezionali e ben collaudati a dettargli la giusta combinazione di diverse tipologie di farine, in base all’umidità, il glutine, le caratteristiche ambientali.

Nelle sue pizze – senza fili – si sentono i profumi della sua terra, le alici di Cetara, le olive caiazzane, il maiale nero casertano, l’origano del Matese, la confettura di fichi bianchi del Cilento, i pomodori del Piennolo del Vesuvio e ovviamente la migliore mozzarella di bufala campana dop. Da Gambero Rosso a Identità Golose, passando per il Wall Street Journal, sono numerose le menzioni e le pubblicazioni che hanno dedicato spazio a questa realtà: l’eccezionalità della sua pizza ha ottenuto il plauso dei maggiori opinion leader, giornalisti ed esperti del settore, anche all’estero, dove il nome di Franco Pepe è sinonimo di qualità e passione per un’antica tradizione popolare. Il premio PULITZER Jonathan Gold ha usato per la pizza di Pepe le seguenti parole: “It’Probably the Best Pizza in the World”.

Pepe in pochi anni ha scalato le classifiche delle più importanti riviste e guide della ristorazione, partecipando a numerosi eventi di livello internazionale a fianco dei più rinomati chef.

L’appuntamento di fine gennaio sarà l’occasione per assaporare la pizza nella sua forma più perfetta, attraverso tante degustazioni, nella cornice di un ristorante recentemente rinnovato nel concept e nel design.